Video

VIDEO

In questa serie di video viene illustrato con alcuni esempi, il metodo di ALLENAMENTO, RIABILITAZIONE E EDUCAZIONE FUNZIONALE utilizzato sia in campo sportivo con atleti di tutti gli sport sia in ambito clinico e riabilitativo.

Questa metodologia si compone di svariati esercizi di cui i video costituiscono solo una minima parte, che hanno lo scopo di favorire LO SVILUPPO, L’INTEGRAZIONE E LA RIABILITAZIONE in caso di perdita delle funzioni trattate, delle:

  • ABILITÀ VISIVE
  • DELL’EQUILIBRIO E DEL SISTEMA VESTIBOLARE
  • DEL SISTEMA OCULARE
  • DEL MOVIMENTO (ABILITÀ CINESTESICHE)
  • DELLE ABILITÀ MOTORE
  • DELLA COORDINAZIONE
  • DELL’UDITO
  • DELLE ABILITÀ COGNITIVE

L’intero programma di lavoro si presta in modo particolare ad essere adattato in modo flessibile a seconda delle esigenze di ogni singolo sport e dell’abilità da allenare in ogni singolo atleta.

In campo clinico, è altrettanto possibile intervenire con protocolli personalizzati in base ai deficit mostrati dal paziente.

Il punto di forza di questo metodo consiste nel permettere l’integrazione delle abilità fisiche con la costruzione, il perfezionamento, il recupero e l’allenamento di abilità cognitive come:

  • l’attenzione
  • la precisione
  • i tempi di reazione
  • la concentrazione
  • la capacità di lavorare ad un compito mantenendo un buon grado di rilassamento dell’apparato muscolare e cardiaco
  • la capacità di raggiungere uno stato mentale di calma e lucidità con esercizi specifici
  • l’abilità di imparare ad abbassare lo stato di ansia prima di una prestazione
  • la capacità di “ricentrarsi” dopo un errore o un momento di difficoltà
  • la capacità di agire sotto pressione e in condizioni di disagio

Tra gli scopi primari di questo programma c’è la COORDIANZIONE delle diverse abilità per migliorare l’efficienza generale della persona e ottimizzare quella dell’atleta. Cervello, occhi e muscoli devono agire in una sequenza precisa che tenga conto del tempo e dello spazio circostante in cui il corpo si muove.

La risposta comportamentale richiede un complesso di funzioni a livello cognitivo e motorio che va dalla percezione dello stimolo alla sua elaborazione per arrivare ad un gesto motorio che deve soddisfare al meglio l’adattamento della persona alle richieste dell’ambiente circostante.
Essere efficienti nella vita di tutti i giorni, dopo un infortunio,in attività sportive amatoriali o di alto livello, in compiti lavorativi specifici, dove vengano richieste abilità di alto livello prestazionale, è spesso la condizione essenziale per raggiungere gli obiettivi.
Potenziare in modo efficace le capacità richieste, potendo contare sul supporto psicologico nel miglioramento dell’aspetto mentale, favorisce e facilità l’apprendimento, rendendo la persona sempre più in grado di adottare un atteggiamento che soddisfi le sue esigenze in modo gratificante e costruttivo.

Attraverso il metodo BIOFEEEDBACK è possibile monitorare in tempo reale la reazione e la risposta del corpo in termini di dispendio di energie nervose durante un esercizio. In questo modo, la persona potrà imparare a gestire mentalmente la prestazione, massimizzando l’efficienza con il minore spreco possibile sul piano cognitivo.

Presso lo Studio di Psicologia Biosynergy, vengono svolti Training personalizzati per adulti e bambini.
E’possibile richiedere allo Studio di Psicologia Biosynergy programmi di Training da svolgere insieme alla Psicologa Dott.ssa Polastri Simonetta all’interno di palestre, centri riabilitativi e centri sportivi.

SVOLGERE PIÚ COMPITI CONTEMPORANEAMENTE E IN MODO COORDINATO

L’ATLETA È CHIAMATO A COSTRUIRE LA CAPACITÀ DI CAPIRE NEL PIU’ BREVE TEMPO POSSIBILE, IN QUALE DIREZIONE MUOVERSI NELLO SPAZIO E QUALE COMPITO ESEGUIRE NELLE DIVERSE POSTAZIONI DI LAVORO. L’ASPETTO PSICOLOGICO RICHIEDE L’ALLENAMENTO DELLA CAPACITÀ DI AVERE SEMPRE CHIARA LA CORRISPONDENZA TRA DIREZIONE NELLO SPAZIO E ESERCIZIO DA ESEGUIRE, RICHIEDENDO UNO STATO DI SERENITÀ INTERIORE E SCARSA PERMEABILITÀ ALLE DISRAZIONI ESTERNE.
Read more

TEMPI DI REAZIONE

ABBASSARE I TEMPI DI REAZIONE AD UNO STIMOLO, PERMETTE DI PRODURRE UNA RISPOSTA COMPORTAMENTALE CHE MASSIMIZZA LA PRESTAZIONE IN TERMINI DI TEMPO RECUPERATO E ELIMINA I “TEMPI MORTI” INTESI COME PAUSE DANNOSE PER IL RAGGIUNGIMENTO DELL’OBIETTIVO. DAL PUNTO DI VISTA PSICOLOGICO, SONO IL CONTROLLO DELL’ANSIA, RIUSCIRE A LIBERARE LA MENTE E MANTENERE UN’ATTENZIONE COSTANTE, SONO LE PRINCIPALI ABILITÀ DA ALLENARE PER OTTENERE UN LIVELLO DI PERFORMANCE ADEGUATO E SENZA CALI.
Read more

LAVORARE RILASSATI E CONCENTRATI SOTTO STRESS

IN QUESTO ESERCIZIO LO SCOPO ÈQUELLO DI COSTRUIRE E ALLENARE DIVERSE ABILITÀ: LA COORDINAZIONE VISIVA, LA FUNZIONE VESTIBOLARE (CIOÈ L’EQUILIBRIO DEL CORPO NELLO SPAZIO SU UNA SUPERFICIE MOBILE), E LA CAPACITÀ DI MANTENERE UNO STATO DI RILASSAMENTO MUSCOLARE PER ESEGUIRE MOVIMENTI FLUIDI, SENZA STRAPPI. UNO STATO PSICOLOGICO DI PACE INTERIORE È L'ELEMENTO ESSENZIALE PER COMPIERE QUESTA PRESTAZIONE CON SUCCESSO. PER OTTENERLO, È FONDAMENTALE RAGGIUNGERE E CONSERVARE ATTRAVERSO LA RESPIRAZIONE, UN EQUILIBRIO INTERIORE FATTO DI RILASSAMENTO FISICO, MENTE PAZIENTE E CONCENTRATA NEL TEMPO.
Read more

ALLENARE IL RITMO

L’ATLETA SI ALLENA CON IL METRONOMO, UNO STRUMENTO CHE SCANDISCE IL TEMPO CON CUI SI DEVONO SVOLGERE I VARI ESERCIZI, SVILUPPANDO UNA COORDINAZIONE TRA LE ABILITÀ UDITIVA, COGNITIVA E MOTORIA. L’ALLENAMENTO CONSISTE NELL’ESEGUIRE LA SUCCESSIONE DEGLI STIMOLI A TEMPO CON IL METRONOMO, IN MODO DA ACQUISIRE UN RITMO REGOLARE, MANTENENDO UNA COORDINAZIONE COSTANTE E REGOLARE.
Read more

EVITARE GLI INGANNI DELLA MENTE

LA SOVRAPPOSIZIONE DI DUE STIMOLI DESCRITTI CON UN LINGUAGGIO DIVERSO (LETTERE E COLORE), PORTA SPESSO A CREARE CONFUSIONE NELLA CAPACITÀ DELLA MENTE DI SCEGLIERE LA RISPOSTA ADEGUATA. IMPARARE A RIMANERE FOCALIZZATI SU UN SOLO ELEMENTO DI DISCRIMINAZIONE SENZA LASCIARSI TRARRE IN INGANNO, PERMETTE UNA MIGLIORE CAPACITÀ DI RISPONDERE ALLE SOLLECITAZIONI DELL’AMBIENTE ESTERNO, SENZA COMMETTERE ERRORI E DOVERSI CORREGGERE CON CONSEGUENTE PERDITA DI TEMPO.
Read more

MANTENERE L’ATTENZIONE SU STIMOLI DIVERSI

L’ABILITÀ ALLENATA IN QUESTO ESERCIZIO RIGUARDA LA CAPACITÀ DI SPOSTARE L’ATTENZIONE DA UNO STIMOLO ALL’ALTRO NEL MINORE TEMPO POSSIBILE, SENZA COMMETTERE ERRORI NEL TROVARE LA CONCORDANZA TRA I DUE STIMOLI. LA LUCIDITÀ MENTALE E UN’ATTENZIONE DI ALTO LIVELLO CONSENTONO UNA RIDUZIONE DEI TEMPI DI REAZIONE E IL LORO ALLENAMENTO COSTITUISCE LO SCOPO PRINCIPALE DEL TRAINING.
Read more

SUPERARE IL DISAGIO DELLA SCARSA VISIBILITÀ

IN QUESTO PARTICOLARE ESERCIZIO, L’ATLETA INDOSSA UN PAIO DI OCCHIALI CON LENTI DI DIVERSO COLORE. QUESTI OCCHIALI HANNO LO SCOPO DI CONFONDERLO RISPETTO AI COLORI BLU E ROSSO SUL PANNELLO A CUI È DI FRONTE. L’ATLETA È IMPEGNATO A COSTRUIRE UN’ABILITÀ NECESSARIA PER MIGLIORARE LA PROPRIA EFFICACIA IN CONDIZIONI DIFFICILI, DOVE RISULTA COMPLESSO VEDERE CON CHIAREZZA E PRENEDERE LA GIUSTA DECISIONE. LA DIFFICOLTÀ MAGGIORE È QUELLA DI MANTENERE LA CONCENTRAZIONE PER PRODURRE UNA RISPOSTA COMPORTAMENTALE ADEGUATA, RAGGIUNGENDO E MANTENENDO UNO STATO DI CALMA INTERIORE GESTENDO L’ANSIA.
Read more